ottobre 31, 2011

La Discesa nel Calderone, buon Tempo di Samhain.



Il mare infuriato sbatte con violenza sulle nere rocce di basalto, che da lontano sembrano scale per giganti. L'impeto delle onde sembra voler abbattere quelle scogliere, riprendersi le oscure montagne di sasso, riportarle verso sè, nel profondo dell acque piu verdi, color della foresta.
E mentre sulla riva il Biancospino arrossisce scarlatto di fronte ai nuovi colori portati dall' Equinozio, il sorbo lancia fiammelle di sangue nel cielo viola, noi ci prendiamo per mano, con gli occhi limpidi che celano pensieri vorticosi, a scrutare nelle nebbie piu sottili, per veder piano apparire quell Isola che giunge alle nostre Viste così raramente ormai.. così, noi attendiamo di compiere un ennesimo passaggio.
I grandi Alberi, alle spalle della scogliera, richiamano ai possenti tronchi la linfa verde, risucchiandola dalle foglie che lasciano scivolare, ultimi fuochi purpurei, prima di baciar la Terra e tornare a Lei, Madre di ogni cosa.
Gli animali iniziano a lasciare i boschi, rifugiandosi sotto terra, o lontano al di là dell orizzonte, solcando i cieli d'autunno lungo la via dei grandi fiumi.
E' allora che gli Alberi si spogliano della Maschera di Foglie, restando nudi: accumulano, concentrano le forze dentro i loro Cuori di legno, ancorandosi bene alle radici, togliendo il superfluo, raccogliendosi dentro se stessi.
Sanno bene che fra poco saranno soli: non ci sarà animale, non ci sarà compagnia, ne tiepido sole a riscaldare la corteccia: le Maschere non serviranno più, ora, a ripararsi dal freddo o dalle difficoltà del gelo e della trasformazione.
La Discesa è cominciata.
C'è vento, ma nessun rumore, se non quello della solitudine, e gli alberi nascondono le loro Driadi racchiudendole fra le braccia, mentre stelline luminose bucano il nero della notte d'inverno, e scende calda e liquida nella nostra Anima la sensazione che anche per noi la Discesa è cominciata.



Cosi nelle vite delle Donne si rimescolano i Cicli, quello della Luna e quello Mestruale, quello della Guarigione nel Cerchio dell Anno nel sacro momento dell Equinozio di Autunno.
Rhiannon sorride, del suo sorriso piu grande e solare, come un saluto finale di grande gioia, che ci conduce, attraverso passaggi di mani sicure, allo sguardo tenue e serafico di Cerridwen, colei che tutto insegna.
Ogni anno, accompagnate dalle sue parole, entriamo nel Calderone, e le nostre Anime si pongono nuovi quesiti e insoddisfazioni, dovuti alla percezione propria, che man mano che scorre il Tempo si acuisce e trova parte di ciò che anela trovare.


Attenzione però, la Cerca volge dal semplice dettaglio in una prima ingenua consapevolezza al macroscopico, nei cicli successivi: e così ogni Discesa è piu dura e complicata della precedente.
Non si tratta più di aggiustare piccole azioni o comportamenti di una Maschera ben indossata, ma di toglierne ogni volta uno strato, di togliere una sovrastruttura o una convinzione fasulla, e questo costa più di molto.
Una crudeltà potrebbe apparire, quella di guardarsi dalla distanza e scoprirsi così distanti dalla Verità di se stessi.. ci si accorge perfino di alcune maschere differenti che inconsapevolmente indossiamo, mentre i pensieri si mescolano alla paranoia, nella ricerca di se stessi.
Nel tentativo di scoprire come sopravvivere 'Senza Maschera', e quanto costi. La Discesa è già iniziata, e sarà un Confronto duro con i Guardiani dei Cancelli.
Ma come sempre, so anche che la Riemersione riporterà alla fine del Viaggio ad una Luce nuova e più vivida nei nostro occhi, ad uno stato di consapevolezza che donerà nuovi frutti l'anno prossimo, e poi nuove crisi, e nuove evoluzioni.
Chi conosce se stesso sa che l'Anima è in continuo divenire, fluido e costante, come il grande Evolversi, inevitabile e prezioso. Tendiamo sempre al Divino, anche se non ne conosciamo la strada..


Eppoi lo sappiamo bene, alla fine di ogni cosa torneranno le rondini sotto il tetto, e i fiori degli Anemoni fra i primi sprazzi di verde nel candido delle nevi che si sciolgono, e noi, prendendoci ancora una volta per mano, attenderemo insieme Blodewueed e la Riemersione, forse più forti e piu sicure, o soltanto semplicemente più vere.


Immagini mie: The Wise Woman, in lana cardata.

ottobre 19, 2011

Country Garden: Galline!



Cronistoria di due galline di campagna
di come erano quando arrivarono da noi
e di come sono ora.
( Il tutto, in quattro mesi!)




Primi passi nell'orto! Ma quanto siamo (tutti) brutti nella pubertà???



Oh si, ora hanno assunto forma finale di galline vere e proprie!


 Nuvoletta (i nomi sono stati scelti da Pit)


e Margherita!

Pensateci, se avete un pezzo di giardino inutilizzato... 
fateci un pensiero^^.
E' una riscoperta, ogni mattina, trovare questo fra il fieno..


Un abbraccio campagnolo dalla Zia Artemisia

ottobre 16, 2011

Samhain al Castello, 2011

Dame a Cavalieri, Creature fantastiche e Entità Fatate, Spiriti Antichi, Cercatori e Viandanti
se siete dalle nostre parti a fine mese, 
unitevi a noi!
Capodanno Celtico a Milano, 2011



ottobre 12, 2011

Fenis


In Valle D'Aosta c'è un Castello, anzi c'è il Castello di Fenis. 
Una roccia gelida, rigida e scura, circondata da verdi:
chiaro, scuro, prato, bosco, montagna, alberi.






Il Castello si staglia come un cervo in cima ad una collina, 
 il corpo nascosto fra gli alberi, i merletti come vecchie corna
 innalzate ad onorar il cielo..







 Intorno ci sono colline, ruscelli, pecore, salici e noccioli.



Se siete nei paraggi, non perdetevi un pomeriggio al Castello di Fenis. Fosse anche solo per incontrare il fantasma che abita le sue sale antiche, ho per respirare un soffio di Tempo.




Un abbraccio e buon Tempo di Samhein.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...