agosto 30, 2010

Come il mare d'inverno (di Susanna Kearsley, 'Sophia's Secret'; 'The Winter Sea')


Non mi sono mai piaciuti i 'Romance'!
Come diceva qualcuno, 'ti creano troppe aspettative sugli uomini'.
Ecco si, basta questo lato dei romance a renderli insopportabili, mentre li leggi, e sopratutto quando li finisci.

Li tollero meglio se sono scritti proprio bene,
o se sono storici, o con salti temporali notevoli, o un pò magici,
o al limite rovinosamente fantasy..
ma mai, mai, mai mi sarei aspettata che mi avvincesse una storia così sfacciatamente romantica, in tutte le sue accezioni!
E senza particolari doti letterarie o creature fantastiche!
E' vero, c'è il 'salto temporale' tra il settecento e il duemila, anche se non lo è del tutto..
ma.. cielo!
..parla di navi in rivolta, comandanti imparruccati, lettere segrete, figli nascosti e donne straziate dall abbandono, lasciate a piangere i proprio morti sulle coste tempestose!!
il tutto, come se non bastasse, tra le fredde brughiere del nord scozzese, stracciate dai venti e dalle guerre..

Ma queste storie, un pò tragiche e un pò distanti,
te le lasci raccontare quasi volentieri da una scrittrice-personaggio dei nostri tempi, forse un pò banale nella scrittura, ma decisamente fortunata negli incontri, considerando i personaggi con cui ha la fortuna di chiaccherare.
Attraverso il Luogo e il Tempo,
valicandoli attraverso il legame con la sua Anima antenata, perduta nel passato, riesce infatti a conoscere quasi personalmente i protagonisti della storia che scrive, e guidata dalle trame e dagli orditi del Destino, o più semplicemente seguendo l'Istinto e il Richiamo nascosti dentro di sè, riconosce questa storia antica da raccontare,
intrecciata e parallela a ciò che vive lei stessa.
Ciò avviene esattamente negli stessi luoghi, a distanza di trecento anni, ovvero tra le spiagge, le rocce e i boschi (e un piccolo cottage galeotto), all ombra della Fortezza di Slaint,
dalle mura nere a picco sul mare, nella Scozia del Nord.


Ho notato un pò troppi parallelismi con 'Il Giardino dei Segreti' di Kate Morton: i luoghi, i paesaggi, la fortezza, la Scozia, il parallelo storico, la ricerca delle origini, la scrittrice, l'aitante casuale uomo perfetto che arriva nel momento del bisogno.. ehm.. si forse troppi.. eppure se non sbaglio sono usciti insieme nel 2008, quindi non posso che pensare che le somiglianze siano altro che un colpo di sfortuna!
O di fortuna?


+Quotes+


Tre frasi dall adorabile contessa di Errol:

Protese la mano per aiutare la giovane a smontare di sella, poi si presentò: 'Sono Anne, contessa di Errol e fino al matrimonio di mio figlio, padrona di Slaint. Temo di aver dimenticato il vostro nome.'
Lei si schiarì la voce prima di parlare: 'Sophia Paterson'.
'Bene', disse la contessa, con un sorriso che stonava con l'ostile paesaggio alle sue spalle, 'Benvenuta a casa, Sophia.'

+

'Per un momento tra di loro regnò il silenzio interrotto solo dal sibilo del vento fuori dall finestra e dal mugghiare delle onde sotto la torre.
Quando la contessa tornò a parlare, lo fece con voce bassa.
'Lui lo sa?', chiese semplicemente.
'

+

'Perchè è un cuore e non sa fare altro'. Con gli occhi lucidi, la contessa spostò i capelli dalla guancia di Sophia. 'Comunque, lasciane pure la parte che vuoi con noi qui a Slaint, e noi ce ne prenderemo cura. E se Dio vorrà, forse vivrò abbastanza a lungo da vedere il giorno in cui ti farà tornare a casa'.

4 commenti:

..althea officinalis.. ha detto...

ciao cara, quando mi connetto passo sempre a leggerti!
Bellissime le foto della Bretagna, vorremmo tanto viaggiare anche noi ma per ora dobbiamo attendere.
ti abbraccio

Nasreen ha detto...

insomma, che dici, vale la pena prenderlo?

La Zia Artemisia ha detto...

Direi proprio di si!!!!

aylad ha detto...

Te lo dicevo che passavo..Ho preso il libro da poco, ma non ho ancora trovato il tempo di leggerlo..secondo me con queste atmosfere mi conviene aspettare che finalmente arrivi il freddo..

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...